Cosa vedere in Basilicata oltre Matera – 13 luoghi da non perdere
I covoni di paglia del paesaggio lucano

Guida ai 13 luoghi più belli da visitare in Basilicata

Vuoi scoprire cosa c’è di bello da vedere in Basilicata oltre Matera?

É arrivato il momento di programmare il vostro prossimo viaggio? Avete scelto la Basilicata come meta dei vostri sogni? Allora questo articolo è proprio quello che stavate cercando.
Una regione fino a poco tempo fa sconosciuta, ma che negli ultimi anni possiamo includere senza dubbio tra le mete turistiche italiane più gettonate!

E come diceva Rocco Papaleo nel famoso film “Basilicata Coast to Coast”, la Basilicata esiste… ed è bellissima!

Paesaggi incontaminati ed incantati, cultura, archeologia e enogastronomia. Tutto questo è la Basilicata!

Tappa immancabile per chi si reca in Basilicata è Matera. Con i suoi Sassi e l’incantevole Parco della Murgia Materana e delle chiese rupestri, Matera è Patrimonio dell’Unesco dal 1993. Ma siamo sicuri che questo lo sapevate già!

La domanda invece a cui vogliamo dare risposta in questo articolo è un’altra… Cosa vedere in Basilicata oltre Matera?

La risposta potrebbe sorprendervi!

 

1. Tricarico – la città arabo-normanna

Un luogo assolutamente imperdibile e (almeno per ora) fuori da tutti i radar turistici, che secondo noi non può assolutamente mancare a chi vuol scoprire la Basilicata autentica è la città arabo-normanna di Tricarico.

Tricarico è una delle cittadine più suggestive della provincia di Matera ed è situata abbastanza vicino a Matera, infatti ci si arriva in meno di 49 minuti d’auto, cosa non scontata per una regione collinare come la Basilicata.

Questa città d’arte, ricca di cicli di affreschi, presenta infatti uno dei centri storici più affascinanti e meglio preservati di tutta la Regione.

Tra le cose da vedere in Basilicata sicuramente c'è la Torre Normanna di Tricarico
Torre normanna di Tricarico con alcuni visitatori sulla terrazza panoramica. Notare l’ombra proiettata dai beccatelli della corona della torre.

Per info e visite guidate in Basilicata

📞 348/9725968 (anche su WhatsApp cliccando qui)

 

2. Il Volo dell’angelo

Chi di voi sogna di volare sospeso a 400m di altezza arrivando a raggiungere una velocità di 120km/h… agganciati “solo” ad un cavo di acciaio che collega le vette di due borghi?

Se siete amanti dell’avventura e dell’adrenalina, il Volo dell’Angelo è sicuramente l’esperienza che fa per voi!

volo dell'angelo con ragazzo a braccia spiegate come un angelo ed una espressione di stupore ed emozione
Una immagine che vale più di mille parole. Ecco spiegato perché si chiama volo dell’angelo. Il tessuto giallo è la veletta, sarà il vostro freno… più siete pesanti e più grande sarà la veletta che vi verrà assegnata.

Potete volare da soli o in compagnia del vostro amico o della vostra metà.

Il Volo dell’Angelo vi permetterà di vivere un’esperienza unica, sorvolando paesaggi mozzafiato, paesaggi che di solito sono prerogativa solo delle creature alate tipiche della Basilicata. Siamo infatti nel Parco regionale di Gallipoli Cognato (un’area di circa 27 000 ettari!) e dopo essere rimasti sospesi tra cielo e terra “atterreremo” in due dei borghi più belli di Italia, Castelmezzano e Pietrapertosa, resi unici grazie soprattutto allo scenario delle Dolomiti Lucane.

Il volo dell’angelo è un modo magico per vedere la Basilicata da un punto di vista diverso, e fin dal 2007, anno in cui è stato inaugurato, ha fatto conoscere Pietrapertosa e Castelmezzano non solo in Italia ma anche oltre i confini nazionali.

Pietrapertosa e Castelmezzano però non sono solo sinonimo di adrenalina e avventura ma anche di natura, storia e cultura. Per scoprire perché, continuate a leggere il nostro articolo 😄.

 

3. Castelmezzano

Tra le cose da vedere in Basilicata c'è Castelmezzano: uno dei borghi più belli d'Italia
Castelmezzano è uno dei borghi più belli d’Italia. Questo è uno scorcio da piazza Caizzo, la piazza principale del paese.

Aria purissima, panorami incantevoli, Castelmezzano è spesso e non a caso soprannominato borgo paesaggio e Balcone delle Dolomiti. Raggiunta infatti piazza Caizzo, la piazza principale della città, si aprirà ai vostri occhi una vista mozzafiato.

Un borgo di soli 800 abitanti, una cittadina di piccole dimensioni ma di quelle in cui, dopo aver fatto pochi passi, ci si innamora subito, decisamente da aggiungere alle cose da vedere in Basilicata.

Per scoprire fino in fondo questo borgo incantato, non può mancare una passeggiata tra le suggestive vie del centro storico, in autonomia o accompagnati da una guida turistica locale. Solo così si avrà la possibilità di ammirare, tra gli altri, la chiesa madre dedicata alla Madonna dell’Olmo, le abitazioni, incastonate tra le rocce e raggiungere la fortezza normanna.

Gli amanti della natura invece avranno la possibilità di scegliere tantissimi percorsi ed escursioni storico-naturalistiche, a partire dal Percorso delle Sette Pietre, un antico tratturo che collegava Castelmezzano con la dirimpettaia Pietrapertosa.

Ovviamente, affinché la vostra visita possa considerarsi completa, non dimenticate di degustare i prodotti locali! Uno tra tutti? Le crostole! Venite a scoprire cosa sono 😉

Per info e visite guidate in Basilicata

📞 348/9725968 (anche su WhatsApp cliccando qui)

 

4. Pietrapertosa

Pietrartosa tra i paesi da vedere in Basilicata
Pietrapertosa è il borgo più alto di tutta la Basilicata con i suoi 1088m di altezza sul livello del mare.

Adagiata sulle cime delle Dolomiti Lucane, che la proteggono dai freddi venti provenienti da Nord e che le conferiscono un carattere di fortezza naturale.

Qui tutto sembra dominato dalla roccia. Infatti partendo dal grande massiccio che ci accoglie all’ingresso del paese, si passa dapprima per delle gradinate scavate nella roccia (le scalelle), si attraversa poi il quartiere arabo (aravata) con le tipiche case in pietra locale, e si giunge infine alla pietra forata (perciata) sita nel punto più alto del paese. La roccia è così importante qui che Pietrapertosa prende il nome della roccia forata: Pietra Perciata!

Una cosa da vedere assolutamente in questo borgo gioiello della Basilicata è il percorso geologico che dalla fortezza normanna conduce alla chiesa madre di S. Giacomo Maggiore. Non preoccupatevi se davanti ai vostri occhi compariranno un soldato, due gemelle, un elefante o un delfino. Non state sognando, è tutto vero! La pioggia, il vento e tutti gli agenti atmosferici hanno modellato nel corso dei secoli queste rocce che hanno oggi assunto forme davvero bizzarre, curiose ed incredibilmente affascinanti.

Per le strade di Pietrapertosa si respira inoltre un’atmosfera di storia e di cultura, grazie alle numerose chiese e cicli di affreschi, ai palazzi medievali, al castello e a tanto altro ancora che potrete scoprire passeggiando in compagnia di una guida locale.

Tutto questo ci ha portato ad inserire Pietrapertosa tra i 13 posti da non perdere assolutamente in Basilicata, oltre Matera!

Per info e visite guidate in Basilicata

📞 348/9725968 (anche su WhatsApp cliccando qui)

 

5. I calanchi di Montalbano Jonico

Tra le cose più belle da vedere in Basilicata ci sono i Calanchi di Montalbano Jonico
Screpolatura della superficie dei magnifici calanchi di Montalbano Jonico

Chi non ha mai sognato di andare sulla luna? O di camminare su un fondale marino? Bene, è arrivato il momento di realizzare il vostro sogno, è arrivato il momento di visitare la Riserva Regionale dei Calanchi di Montalbano Jonico! Si tratta di un’area da vedere nei dintorni di Matera, assolutamente unica al mondo e situata a non più di un’ora d’auto dalla città dei Sassi!

Quello che si presenterà davanti ai vostri occhi è un paesaggio che a primo impatto richiama la superficie lunare ma che in realtà è un antico fondale marino. Il fondale di un mare, un per la precisione, esistito circa 1,8 milioni di anni fa.

La storia dei calanchi di Montalbano risale dunque a circa due milioni di anni fa e tracce di questa storia sono presenti nelle argille montalbanesi, ricche ancora oggi di antichi fossili marini.

Ma in che modo si possono visitare i calanchi? Non solo da lontano, attraverso affacci e punti panoramici mozzafiato. Ma percorrendo antiche mulattiere che attraversano queste colline argillose dalle forme levigate dal tempo. Fatevi accompagnare in una escursione tra queste stupende montagne di argilla, chiamate “cattedrali di argilla” per la loro magnificenza.

Fossili marini, paesaggio lunare. Un museo a cielo aperto.
Siete pronti per vivere una esperienza unica al mondo?

Per info e visite guidate in Basilicata

📞 348/9725968 (anche su WhatsApp cliccando qui)

 

6. I palmenti di Pietragalla

No, non è un fotomontaggio quello che state vedendo. E no, non siete in un villaggio degli Hobbit. Siamo in Basilicata, siamo in provincia di Potenza, siamo a Pietragalla!

Tra le cose da vedere in Basilicata oltre Matera, non può assolutamente mancare un luogo unico e suggestivo come il Parco Urbano dei Palmenti di Pietragalla.

A Pietragalla, borgo di circa 3000 abitanti, in zona “Tofi”, limitrofa al paese, sono stati costruiti a partire dal XIX secolo più di 200 palmenti!

I palmenti non sono quindi case per gnomi ma strutture utilizzate per la vinificazione!

Queste costruzioni erano infatti adibite alla pigiatura e alla fermentazione del mosto in apposite vasche, chiamate appunto palmenti, per poi ottenere il prodotto finito, il vino.

I palmenti di Pietragalla
Una ventina di Palmenti di Pietragalla, simpatiche costruzioni per la lavorazione dell’uva e la realizzazione del vino

Al loro interno sono ancora visitabili gli ambienti nei quali questo procedimento avveniva prima di trasportare il vino nelle cantine (in dialetto chiamate “rutt”) poste nel centro storico del paese.

Degna testimonianza della civiltà contadina di un tempo. Un posto davvero interessante per gli amanti del vino e delle storie locali.

 

7. La chiesa diruta di Grottole

Il viaggiatore che percorre la Strada Statale 407 Basentana non può fare a meno di notare degli imponenti ruderi che si innalzano prepotenti verso il cielo: sono i resti di quella che i grottolesi chiamano “Chiesa Diruta”.

Simbolo di Grottole, piccolo borgo da vedere molto vicino a Matera (a soli 30km). Si tratta di quella che un tempo era la Chiesa parrocchiale dedicata a S. Luca e S. Giuliano, costruita agli inizi del 1500.

Chiesa Diruta di Grottle
Vista dal basso della cupola della chiesa diruta di Grottole

È sopravvissuta caparbiamente ad una serie di sfortunati eventi. Terremoti, crolli hanno fortemente danneggiato l’edificio, rendendola un “rudere a cielo aperto” e facendole guadagnare il nome di “Diruta”, ovvero abbattuta, diroccata. Nonostante versi ormai in uno stato di abbandono da circa due secoli, la sua cupola ellittica continua ad affascinare e ancora oggi attira l’attenzione di curiosi visitatori che la fotografano e osservano incantati, quasi proiettati tra cielo e terra.

Accessibile al suo interno, offre una vista davvero molto suggestiva sulla valle sottostante.

Grottole, non è solo chiesa diruta, ma ha anche un centro storico molto caratteristico e dunque rientra di diritto tra i borghi assolutamente da non perdere in Basilicata.

 

8. Il ponte tibetano di Castelsaraceno

Perché includere Castelsaraceno tra le cose da vedere assolutamente in Basilicata?

A Castelsaraceno, il borgo a forma di cuore, in provincia di Potenza, si trova il ponte tibetano più lungo d’Italia, d’Europa e del mondo!

586 metri di pura emozione, 1160 passi nel vuoto, da percorrere a 80 metri di altezza dal suolo. Questo ponte tibetano è soprannominato il Ponte tra i due parchi, proprio perché collega tra loro il Parco nazionale del Pollino e il Parco nazionale dell’Appennino Lucano-Val d’Agri Lagonegrese.

Questo ponte tibetano è senza dubbio un’opera ingegneristica fantastica in una cornice paesaggistica davvero molto suggestiva ma, nonostante la sua mole, il ponte è adatto a tutti: famiglie con bambini, gruppi di amici e coppie purché amanti delle emozioni forti e dell’adrenalina.

Ponte tibetano di Castelsaraceno con guida turistica sorridente in primo piano
Il ponte tibetano più lungo del mondo di Castelsaraceno sfida i più coraggiosi

Come il volo dell’angelo anche questo è un grande attrattore turistico che a soli cinque mesi dalla sua inaugurazione, avvenuta il 1 agosto 2021, ha fatto segnare numeri da record. Il ticket office ha infatti venduto ben sedicimilaseicentoottantaquattro biglietti!

E subito dopo aver percorso ponte tibetano, non dimenticate di visitare il Museo della Pastorizia! Un museo che ti permetterà di scoprire la storia e le tradizioni pastorali lucane grazie alla più moderna tecnologia.

Per info e visite guidate in Basilicata

📞 348/9725968 (anche su WhatsApp cliccando qui)

 

9. I laghi vulcanici di Monticchio

Relax e natura sono soltanto due dei magici ingredienti di Monticchio. E quali sono gli altri? Cultura e archeologia!

Partiamo dai meravigliosi Laghi di Monticchio! Uno dei più antichi vulcani dell’Appennino Meridionale, Il monte Volture, ormai inattivo da oltre 140 mila anni, si è infatti trasformato in due meravigliosi Laghi, conosciuti appunto con il nome di Laghi di Monticchio.

I due laghi di Monticchio nella stessa visualizzazione
Salendo di quota è possibile scorgere entrambi i laghi di Monticchio l’uno accanto all’altro

Di forma pressoché circolare, immersi in un’area protetta, ricoperti di ninfee, circondati da una vegetazione verdeggiante e rigogliosa di faggi, pini, castagni, aceri e frassini, separati da uno stretto lembo di terra, Il Lago Grande e il Lago Piccolo entrano di diritto nei 13 posti da vedere in Basilicata oltre Matera.

Continuiamo la nostra esplorazione di Monticchio con l’abbazia di San Michele Arcangelo. Risalente all’IX secolo d.C., costruita intorno a una grotta abitata da monaci basiliani, domina il Lago Piccolo. Oggi sede del Museo di storia naturale e, proprio per questo motivo, potremmo definirlo un museo nel museo!
Il Museo di Storia Naturale ci racconta i 750 000 anni di storia del Vulcano e ci parla della “Bramea”, una rara specie endemica di farfalla notturna, ancora presente nel Vulture miracolosamente scampata all’estinzione.

Lungo la strada che costeggia i due laghi è infine possibile vedere i ruderi dell’Abbazia Benedettina di Sant’Ippolito risalente al IX-X e rimaneggiata 400 anni da un’importante terremoto.

Per info e visite guidate in Basilicata

📞 348/9725968 (anche su WhatsApp cliccando qui)

 

10. Pisticci – la città bianca

Ed eccoci finalmente arrivati al decimo borgo del nostro speciale articolo sui posti imperdibili della Basilicata.

Pisticci, la città bianca della Basilicata. Vi chiederete, perché “città bianca”? Beh basta osservare questa foto per capirne la ragione. Guardate le “CASEDDE”, le candide case contadine, tinteggiate di calce, dai caratteristici tetti rossi e disposte su lunghe file nel suggestivo rione “Dirupo”. L’effetto complessivo è così particolare che questo rione è stato incluso nella lista delle “100 meraviglie da Salvaguardare in Italia”. Insomma Pisticci è una città da non perdere e da esplorare senza dubbio in compagnia di una guida turistica.

Veduta del panorama di Pisticci con le case bianche ed i calanchi sullo sfondo - tra i posti da visitare in Basilicata
Veduta del panorama di Pisticci con le case bianche del rione Dirupo ed i calanchi sullo sfondo

Cosa vuoi di più dalla vita? Un Lucano”. Chi ricorda questa celebre frase? Tutti. Ma chi di voi sa che l’Amaro Lucano è nato a Pisticci? Era Il 1894 quando Pasquale Vena nel retrobottega del suo biscottificio, armeggiando con aromi ed erbe, produce questa miscela perfetta!

La storia dell’amaro lucano, lunga ben 128 anni, dal 2019 è diventata Museo! Tappa obbligatoria per chi arriva a Pisticci è infatti il Museo Essenza Lucano.

E poi c’è la “Bianca”! No, non si tratta di un simpatico rapace, ma di un dolce buonissimo che potrete degustare solo a Pisticci.

Per info e visite guidate in Basilicata

📞 348/9725968 (anche su WhatsApp cliccando qui)

 

11. Metaponto – la Magna Grecia di Pitagora

Amanti dell’archeologia e amanti della Magna Grecia: ecco un luogo che dovete assolutamente vedere in Basilicata. Ecco a voi Metaponto! Quella di Metaponto è sicuramente la zona archeologica più importante della Basilicata.

  • Le Tavole Palatine, un tempio dedicato ad Hera.
  • Il Museo Archeologico Nazionale con la sua importante selezione di reperti.
  • Il Parco Archeologico con i resti della polis greca.
Un luogo che non deve mancare per chi vuole vedere la Basilicata sono le Tavole palatine di Metaponto con una guida turistica Zirlio
Le Tavole Palatine, ossia il tempio di Hera nel cuore della Magna Grecia lucana

Questi tre luoghi vi aiuteranno a comprendere la storia di questa importante colonia greca, fondata dagli Achei nel VII secolo a.C. Ovviamente, per un sito così ricco di storia, raccomandiamo caldamente la visita con la guida turistica.

E dopo un bel viaggio culturale, cosa c’è di meglio di un tuffo in mare o di una passeggiata sulla spiaggia? Metaponto infatti, si trova al centro del Golfo di Taranto, sul mar Ionio.

Con le sue spiagge ampie e sabbiose, Metaponto è la località perfetta per chi vuole assaporare il mare e il caldo sole del Sud, per trascorrere una vacanza all’insegna del riposo e del relax! E se invece sei solamente di passaggio da Matera sappi che questa meraviglia è molto vicina a Matera (circa 35 minuti in auto).

Per info e visite guidate in Basilicata

📞 348/9725968 (anche su WhatsApp cliccando qui)

 

12. Campomaggiore e Craco – le città fantasma

E per gli amanti dei “Borghi Fantasma”, ecco i due borghi assolutamente da vedere per chi vuol visitare la Basilicata! Campomaggiore vecchio e Craco Vecchia.

Era il 10 febbraio del 1885, quando un’enorme frana rase al suolo l’abitato di Campomaggiore.
Potrete rivivere le vicende di questo fantastico borgo attraverso “La città dell’Utopia”, una “fiaba” in cui la storia di Campomaggiore si intreccia con personaggi fantastici. Oppure immergendovi tra le antiche rovine della città vecchia. Passeggiate tra il Palazzo Baronale e le sue possenti mura, la Chiesa dedicata a Santa Maria del Carmelo di cui svetta ancora oggi il campanile. Sarà un’esperienza indimenticabile!

Non ha bisogno di presentazioni invece Craco!

A Craco con il Minivan Open Top Luxury (NCC Matera) per vedere uno dei posti magici della Basilicata
A Craco con il Minivan Open Top Luxury per vedere uno dei posti magici della Basilicata

Una delle Ghost Town più famose e fotografate di Italia, città fantasma che si eleva sulla cima di una collina, circondato dai meravigliosi calanchi. Dotati di elmetto e attraverso un apposito percorso, in sicurezza, si potrà raggiungere quella che un tempo era la Torre Normanna della città!

Craco è un set cinematografico per eccellenza e questi sono solo alcuni del film girati qui:

  • “Cristo si è fermato a Eboli”
  • “King David”
  • “La Lupa (1996)”
  • “The Passion” di Mel Gibson

 

13. Venosa – la città di Orazio

Tredicesimo borgo che vi segnaliamo nel nostro articolo “Cosa vedere in Basilicata oltre Matera”, ultimo in ordine di scrittura, ma non ultimo per bellezza e unicità, è Venosa.

Potremmo definirla una città sospesa tra passato e presente. Venosa è infatti la Città che ha dato i natali a Quinto Orazio Flacco. Poeta romano più comunemente conosciuto come Orazio e autore del celebre moto Carpe Diem!

Decisamente da visitare in Basilicata il Cortile interno del Castello di Venosa
Cortile interno del Castello Aragonese di Venosa

Capolavori artistici e architetture di pregio vi accompagneranno fin dal vostro ingresso in città avvolgendovi con la loro storia ed il loro fascino irresistibile! Sono queste le caratteristiche di Venosa che si sono conservate intatte nei secoli e che oggi le permettono di essere annoverata tra i Borghi più belli di Italia.

Le attrattive più importanti di Venosa sono:

  • l’abbazia della Santissima Trinità e con la sua “Incompiuta” (un tempio che si presenta con dimensioni grandiose ed infatti copre una superficie di 2073 metri quadrati!)
  • il parco archeologico con le terme romane
  • il Castello Pirro del Balzo
  • la casa di Orazio
  • le catacombe ebraico-cristiane poco fuori dalla città

Per info e visite guidate in Basilicata

📞 348/9725968 (anche su WhatsApp cliccando qui)

 

Cosa vedere in Basilicata oltre Matera in un giorno

Se avete a disposizione un solo giorno per visitare la parte interna della Basilicata, vi consigliamo di raggiungere i borghi di Pietrapertosa e/o Castelmezzano, situati sulle nostre incantevoli Dolomiti Lucane, e la città arabo-normanna di Tricarico. Questo itinerario infatti è molto bilanciato perché unisce il meglio tra arte, cultura e natura.

Cosa vedere in Basilicata oltre Matera in due giorni

Con due soli giorni per visitare la Basilicata, il nostro consiglio è di non perdere lo scenario unico dei calanchi. Un’escursione nei calanchi d Montalbano Jonico e la visita a Craco, la città fantasma rappresentano dunque il percorso ideale per voi.

Cosa vedere in Basilicata in tre giorni

Venosa e i Laghi di Monticchio. Altre due tappe imperdibili se avete a disposizione tre giorni per visitare la Basilicata. Una visita culturale in uno dei siti archeologici della Regione la mattina e un’escursione nella natura presso i laghi di Monticchio renderanno perfetto il vostro tour.

Cosa vedere in quattro giorni

Cosa fare il quatro giorno in Basilicata? A questo punto, non può mancare una giornata sulla costa jonica, tra Metaponto e Pisticci, per visitare la Magna Grecia ed assaggiare la “Bianca” (nella città bianca di Pisticci 😁). Ma non solo. In questa zona infatti si trovano anche alcune delle spiagge più belle della regione.

Cosa vedere oltre Matera in cinque giorni

Non potete lasciare la Basilicata senza aver visitato il Capoluogo di Regione. Se avete a disposizione 5 giorni per la Basilicata, vi consigliamo di raggiungere Potenza, detta anche “città delle Scale”, e di completare la vostra giornata immersi tra i Palmenti di Pietragalla e la città di Campomaggiore, entrambe a poco meno di 30 minuti da Potenza.

 

Cosa vedere in Basilicata – conclusioni

Guida turistica con la cattedrale di Venosa
La cattedrale di Venosa

 

Vi sareste mai aspettati di trovare tutto questo in Basilicata? Vi è stato utile questo articolo per progettare le vostre vacanze? Quante di queste incredibili esperienze siete riusciti a vivere nel vostro soggiorno in Basilicata? Oppure avete qualche altra idea da suggerirci?

Fateci sapere cosa ne pensate, scriveteci le vostre opinioni, i vostri consigli e i vostri suggerimenti, lasciando un commento sotto questo articolo!

La Basilicata vi aspetta!

E se pensiate che possa essere interessante, sappiate che noi organizziamo viaggi su misura per gruppi che vogliano visitare la Basilicata, ma anche visite guidate, giri escursionistici ed uscite con degustazioni di prodotti tipici.
Non esitate dunque a contattarci per qualsiasi informazione o consiglio di viaggio.

Per info e visite guidate in Basilicata

📞 348/9725968 (anche su WhatsApp cliccando qui)

Commenti

Lascia un commento