Cosa vedere a Tricarico la città arabo-normanna
Torre Normanna di Tricarico con alcuni visitatori

Perché devi assolutamente visitare Tricarico

In questo articolo scopriremo che Tricarico è uno di quei luoghi speciali che offre tante cose da meravigliose da vedere. Inoltre è ancora fuori da qualsiasi circuito turistico e questo non fa che aggiungere autenticità e carattere alle sue tradizioni.

C’è da dire anche che Tricarico è situato esattamente al centro della Basilicata ed è facilissimo da raggiungere grazie alla superstrada Basentana.  E per gli amanti del buon clima e della varietà sottolineiamo che si trova a 700m s.l.m. e dista meno di un’ora dal mare!

In conclusione, questo simpatico borgo lucano è una base ideale in cui soggiornare e da cui partire per esplorare la Basilicata. Ma entriamo nel vivo, cosa c’è di interessante da vedere a Tricarico?

 

1. Torre e Castello Normanno

Se la storia ti affascina e ami riviverla come un’emozione e non come una pura sequenza di nomi e date, allora la Torre e il Castello normanno di Tricarico sono proprio quello che stai cercando. Infatti qui troverai luoghi imponenti, che pur nella loro semplicità costruttiva, sono incantevoli e misteriosi, magnificamente conservati e hanno saputo conservare memoria e identità.

Questo castello bello di giorno e affascinante di sera è assolutamente una delle cose da vedere e fotografare a Tricarico.

E ancora più incredibile sarà entrare nel castello e salire fino a raggiungere la sommità della Torre perché da questa terrazza panoramica la vista è mozzafiato!

La torre normanna di Tricarico
La torre normanna di Tricarico

La Torre Normanna è il monumento con cui viene identificata Tricarico ma in realtà ne rappresenta solo il punto di partenza. Non ci credete? Continuate a leggere!

 

2. I cicli di affreschi di Pietro Antonio Ferro

Sbalorditivi e inaspettati. Questi sono gli aggettivi che più frequentemente vengono utilizzati da chiunque abbia il piacere di ammirare questi due incredibili gioielli. E noi non possiamo che essere d’accordo.

Tra le cose da vedere a Tricarico ci sono sicuramente gli affreschi di Pietro Antonio Ferro
Affreschi di Pietro Antonio Ferro

Sono due i cicli di affreschi di Pietro Antonio Ferro presenti a Tricarico. Il primo si trova nella Chiesa di S. Chiara e più precisamente nella Cappella del Crocefisso. È vicinissima al complesso normanno e facilmente raggiungibile a piedi. Il secondo nella Chiesa del Carmine, a pochissimi passi dal centro storico. Qui gli affreschi ricoprono le pareti laterali della navata e l’intero presbiterio.

Pietro Antonio Ferro viene considerato uno dei più importanti artisti della Basilicata del 1600 e dopo aver visto questi affreschi smetterai di domandarti il perché!

Per info e visite guidate a Tricarico

📞 348/9725968 (anche su WhatsApp cliccando qui)

 

3. Palazzo Ducale

Non lasciarti spaventare dalla salita che ti accoglie in via del Corso. Lasciati invece stregare dai due portali seicenteschi che ti guideranno verso l’ingresso dell’edificio e all’interno di una corte aperta. Il paesaggio che si presenterà davanti ai tuoi occhi appena svoltato l’angolo ti ripagherà di tutta la fatica. Da qui infatti si dominano le valli dei fiumi Bradano e Basento.

Ingresso al Palazzo Ducale di Tricarico
Ingresso al Palazzo Ducale di Tricarico

Il Palazzo Ducale è un edificio imponente che affaccia sulla piazza principale della città: Piazza Garibaldi. È stato per diversi secoli la dimora dei conti di Tricarico e mostra anche l’importanza di un abitato, quello di Tricarico, strategico soprattutto lungo l’itinerario del fiume Basento.

Gran parte del palazzo non è visitabile a differenza del primo piano che è stato riorganizzato come un interessante museo archeologico. Alcuni dettagli in più nel paragrafo successivo dedicato ai musei.

 

4. I Musei di Tricarico

MUDIT

Una delle perle di Tricarico è sicuramente il suo Museo Diocesano, chiamato MUDIT. Un Museo che racconta la storia di una Diocesi millenaria, quella di Tricarico appunto.

Museo diocesano di Tricarico - MUDIT
Museo diocesano di Tricarico – MUDIT

Grazie al MUDIT viaggerai tra religioni e culture, scoprirai l’evolversi della fede nell’arte e la cultura artistica della diocesi. Il tutto passeggiando attraverso opere pittoriche, sculture, argenti, arredi liturgici, volumi e documenti d’archivio incredibili… autentici capolavori! Da non perdere la sezione dedicata a Monsignor Raffaello delle Nocche, vescovo di Tricarico dal 1920 al 1960.

NOTA: è accessibile anche ai disabili grazie all’ascensore

 

Museo archeologico

La sede espositiva di Palazzo ducale è la ciliegina sulla torta per chi vuole visitare il Palazzo Ducale. Infatti al primo piano dello stesso questo piccolo ma interessante museo archeologico raccoglie reperti che ci raccontano dei Lucani dalle origini fino al periodo romano.

Museo Archeologico di Tricarico
Museo Archeologico di Tricarico

Molti di questi reperti provengono dal vicino sito archeologico di Civita di Tricarico, a circa 15 minuti dal centro abitato, in località Tre Cancelli. Si tratta del più grande insediamento lucano dell’entroterra, consigliatissimo a tutti gli appassionati di archeologia!

 

Museo dei costumi lucani

Nel centro storico, nella suggestiva cornice di Palazzo Lizzadri, potrai visitare il Museo dei costumi lucani che comprende una serie di costumi tradizionali (soprattutto di donne) di tantissimi Comuni della Basilicata! Aperto solo su prenotazione.

Museo dei Costumi Lucani di Tricarico
Museo dei Costumi Lucani di Tricarico

Per info e visite guidate a Tricarico

📞 348/9725968 (anche su WhatsApp cliccando qui)

 

5. Cattedrale di S. Maria Assunta

Non può assolutamente mancare tra le cose da vedere a Tricarico, la chiesa più importante della città, ovvero la Cattedrale dedicata a S. Maria Assunta.

Interno della Cattedrale di Tricarico
Interno della Cattedrale di Tricarico

Ricca di bellezza e di arte, merita tutta l’attenzione e la curiosità di chi visita Tricarico. Qui si respira aria di sacro. Qualcuno direbbe che “La bellezza artistica è un riflesso di quella divina”.

Fondata intorno all’anno Mille e di originario stile romanico, all’interno sono presenti varie cappelle con opere molto importanti di Pietro Antonio Ferro. Di grande rilievo e quasi nascosta agli occhi del turista che visita per la prima volta la Cattedrale è anche la cappella del Secretarium con pregevoli stucchi barocchi che quasi sembrano sculture in marmo bianco!

 

6. Rocco Scotellaro

Sono tante le personalità che hanno segnato in maniera rilevante la storia di Tricarico. Ma sicuramente il nome di Rocco Scotellaro è quello più significativo.

Spesso definito il poeta della libertà contadina, Rocco Scotellaro è stato molto di più di questo. Poeta, Politico e sindaco di Tricarico a soli 23 anni, è stata una figura importante non solo per la città, ma di riferimento per tutta la Basilicata e il Sud Italia.

Una delle cose da vedere è la casa di Rocco Scotellaro
Casa di Rocco Scotellaro a Tricarico

Nel centro storico del paese è possibile vedere la sua abitazione e molti dei luoghi citati nelle sue poesie. Inoltre, le targhe commemorative con le sue liriche più famose vi accompagneranno nella scoperta della parte più antica della città.

Per gli appassionati di Scotellaro o di architettura, consigliamo di visitare il suo monumento funebre progettato dal famosissimo studio BBPR e sul quale è riportata la poesia “Sempre nuova è l’Alba”. Si trova lungo il perimetro del Cimitero di Tricarico che si affaccia sulla valle del Basento, estremamente affascinante nella sua semplicità!

Per info e visite guidate a Tricarico

📞 348/9725968 (anche su WhatsApp cliccando qui)

 

7. I quartieri arabi e gli orti saraceni

Tricarico è l’unico paese della Basilicata che presenta ben due quartieri arabi: la Rabata e la Saracena. Strade strette, vicoli che cambiano improvvisamente direzione, spesso senza uscita… sarà impossibile non perdere il senso dell’orientamento 😄. Così come sarà impossibile non perdersi nella bellezza degli scorci che questa parte del centro storico offre. E attenti alle torrette di avvistamento che fanno capolino quando meno ve lo aspettate 😄!

Gli orti Saraceni di Tricarico tra le cose da vedere a Tricarico
Vista aerea degli Orti Saraceni di Tricarico

Solo a Tricarico inoltre potrete trovare gli orti saraceni, tantissimi variopinti fazzoletti di terra organizzati in modo tale da sfruttare goccia di pioggia e non solo. In questa zona ci sono infatti anche acque sorgive canalizzate con tecniche di matrice araba. Vi piacerebbe visitarli? Accompagnati da guide locali, potrete anche entrare in uno di questi orti! Un’esperienza assolutamente da non perdere.

 

8. Le porte della città e i palazzi di Tricarico

Tricarico presenta uno dei centri storici più importanti e meglio conservati di tutta la Basilicata. È questa la frase con cui viene spesso presentata questa ridente cittadina. E basta uno sguardo da uno dei punti più panoramici della città (particolarmente consigliato quello di fronte alle scuole medie) per rendersi conto che non si tratta di una frase di circostanza.

Cosa vedere a Tricarico - Porta Rabatana
Porta Rabatana

Nel centro storico infatti sono ancora presenti tutte le antiche porte di accesso alla città: Porta Fontana, Porta Monte, Porta delle Beccherie e Porta Saracena solo per ricordarne alcune! Passeggiando nella parte antica inoltre si possono incontrare tantissimi palazzi importanti, ricordo di epoche e fasti passati. Sembra davvero di fare un salto nel passato e di tornare indietro nel tempo. Provare per credere.

Per info e visite guidate a Tricarico

📞 348/9725968 (anche su WhatsApp cliccando qui)

 

9. Degustare per credere!

Non finiremo mai di ripeterlo. Per comprendere un luogo fino in fondo bisogna assaggiare i suoi prodotti tradizionali e le sue eccellenze locali. Ecco, a Tricarico avrete l’imbarazzo della scelta.

Assaggio dei salumi di Tricarico
I salumi di Tricarico sono buonissimi

Parliamo di birra artigianale, provolone impiccato e caciocavallo podolico, zafferano, panettoni! Pensate che il panettone artigianale del Panificio Pasticceria Calciano di Tricarico ha addirittura raggiunto i primi posti della classifica dei migliori panettoni d’Italia stilata dalla prestigiosissima rivista Gambero Rosso! E non dimentichiamoci inoltre che Tricarico è da sempre famosa per i salumi, con un importante presidio Slow Food. Non mancano quindi i Salumifici e le macellerie, tutte di altissima qualità. E per concludere vi diciamo: peperoni cruschi al cioccolato.

Una Tricarico dunque tutta da gustare 😄

 

10. Santuario della Madonna di Fonti

Questo piccolo Santuario a 12 chilometri dal centro abitato di Tricarico merita assolutamente di essere visitato.

Si tratta di un luogo di pace e di spiritualità legato ad un miracolo ufficialmente riconosciuto dalla chiesa Cattolica. Si racconta infatti che il 2 maggio 1813, il volto della Madonna (ancora conservata al suo interno) abbia cominciato a lacrimare! E ancora oggi dentro al santuario si possono osservare le tracce di queste lacrime. Si conserva infatti il panno con il quale sono state asciugate le lacrime e il vetro che proteggeva l’icona sul quale queste lacrime sono rimaste impresse!

Santuario di Fonti
Il Santuario della Madonna di Fonti

Questo suggestivo luogo di culto celebra messa ogni domenica nei mesi più caldi e si trova in una posizione privilegiata, immerso nella natura e circondato dai boschi. Il silenzio e la bellezza favoriscono il raccoglimento e la preghiera.

L’area è super consigliata per chi vuole trascorrere una giornata all’aria aperta anche con i bambini.

Per info e visite guidate a Tricarico

📞 348/9725968 (anche su WhatsApp cliccando qui)

 

11. Le chiese del Centro Storico.

Ma quante chiese ci sono nel centro storico di Tricarico? Sicuramente sarà una cosa che ti chiederai dopo aver passeggiato nel centro storico della città. La risposta è … tante 😄! Non possiamo essere più precisi di così per non rovinarti il gusto della scoperta. Te ne sveliamo però altre due.

La Chiesa di S. Francesco, che custodisce l’altare della famiglia Corsuto del 1573, e la Chiesa di Santa Maria dei Lombardi, quasi inglobata dagli edifici circostanti, con un curioso orologio che risale probabilmente agli anni ‘60.

Sono entrambe molto belle ed entrambe un po’ nascoste… facci sapere se sei riuscito a trovarle 😄.

 

12. Le chiese fuori dal centro storico

Quante sono le chiese al di fuori del centro storico di Tricarico? Anche in questo caso la risposta più appropriata è tante 😄.

Percorrendo la strada che conduce in località Fonti, ad esempio, è impossibile non notare la chiesa di S. Maria dell’Olivo o più comunemente conosciuta dai tricaricesi come chiesa di S. Antonio Abate, legata in maniera indissolubile al Carnevale di Tricarico (continuate a leggere il nostro articolo per capire perché 😄)!

La chiesa della Trinità in prossimità dell'abitato di Tricarico
La chiesa della Trinità in prossimità dell’abitato di Tricarico

Oppure la suggestiva Chiesa della Trinità, in parte crollata, ma che mantiene viva ancora oggi la sua imponente presenza.

Ma una menzione a parte merita la chiesa di S. Antonio da Padova con il suo incantevole convento.
Il chiostro del convento infatti presenta un prezioso ciclo di affreschi del 1648, opera di Cesare Scerra che illustrano scene della vita e miracoli di S. Francesco d’Assisi e di S. Antonio di Padova, santi e sante dell’Ordine francescano e i ritratti dei Padri Provinciali della Provincia Osservante di Basilicata. Assolutamente da non perdere.

Per info e visite guidate a Tricarico

📞 348/9725968 (anche su WhatsApp cliccando qui)

 

13. Il Carnevale di Tricarico

Ebbene sì. A Carnevale qui a Tricarico non ci si traveste da Superman o da principessa ma da vacca e da toro. Sì, avete capito bene! Vacca e toro sono i costumi tradizionali del Carnevale di Tricarico.

È un rito molto antico scandito da fasi ben precise: dalla sveglia del paese al falò, dalla vestizione alla messa per la benedizione della mandria, dai tre giri intorno alla chiesa fino alla partenza della mandria in transumanza!

Bambino vestito da Toro per il carnevale di Tricarico
Bambino vestito da Toro per il carnevale di Tricarico

La sensazione che ne deriva è ordinata e caotica nello stesso tempo e le emozioni sono contrastanti, c’è la gioia per la vita e la paura per l’ignoto. Se vuoi scoprire come suonano le vacche di Tricarico clicca sul nostro simulatore di Carnevale!

Quando? Siete tutti invitati a Tricarico Il 17 gennaio (a partire dalle 5 di mattina), giorno in cui si festeggia Sant’Antonio Abate e giorno in cui, non a caso, si apre questo carnevale così unico e suggestivo.

 

14. Altre cose interessanti da vedere a Tricarico

  • Sopportico ed ex Seminario vescovile, in corso Vittorio Veneto
  • Borgo S. Pietro, incantevole scorcio nel centro storico
  • Il seggio della Nobiltà, in piazza Garibaldi, la piazza principale della città
  • Atrio consolato e Palazzo Cavalieri di Malta: due importanti palazzi con affascinanti portali lapidei cinquecenteschi, lungo via dei cavalieri
  • Farmacia dott. Michele Santangelo, una delle farmacie storiche della Basilicata, in corso Vittorio Veneto

Per info e visite guidate a Tricarico

📞 348/9725968 (anche su WhatsApp cliccando qui)

 

Dove dormire a Tricarico

Ecco i nostri consigli su dove dormire a Tricarico.

E poi tante altre strutture davvero ottime:

  • Rosa Canina
  • Malva Rosa
  • B&B Villino Francesca
  • B&B Il vecchio palazzo – in località Calle
  • Agricamper di Pino Ruscigno – Area camper attrezzata in zona Santa Teresa

 

Dove mangiare a Tricarico

Dove mangiare a Tricarico? C’è davvero l’imbarazzo della scelta 😄

  • Piz Stop – Pizzeria
  • Zì Rocco – Ristorante e pizzeria
  • Botti e Padelle – Ristorante e Cocktail Bar
  • Tre Cancelli – Ristorante e pizzeria in località Tre Cancelli
  • Tre Torri – Ristorante e pizzeria
  • Red Lion – Ristorante e pizzeria
  • Da Zolfanello – Ristorante e pizzeria
  • Il vecchio palazzo – Ristorante con B&B in località Calle
  • Il ristoro della Civita – Ristorante e pizzeria in località Tre Cancelli

 

Cosa vedere vicino Tricarico

In auto da Tricarico Cosa vedere vicino Tricarico
10 min sito archeologico di Civita di Tricarico, in località Tre Cancelli. Si tratta del più grande insediamento lucano dell’entroterra
28 min la città “fantasma” di Campomaggiore Vecchio
32 min Grottole e la sua Chiesa Diruta
37 min Castelmezzano e Pietrapertosa, le Dolomiti Lucane
50 min Matera la città dai Sassi

Per info e visite guidate a Tricarico

📞 348/9725968 (anche su WhatsApp cliccando qui)

 

Conclusioni

Come hai potuto leggere c’è davvero tanto da fare e da vedere a Tricarico! Infatti potrai trascorrere qui un’intera giornata e anche di più senza fermarti mai.

Tricarico è una di quelle tappe speciali da inserire senza dubbio in un viaggio in Basilicata. In più, si trova a soli 50 minuti da Matera e data la sua posizione centrale, può essere utilizzato benissimo come punto di partenza per visitare l’intera regione! E se ti occorre una visita guidata a Tricarico conta pure su di noi.

Osservare il complesso normanno ti porta ad immaginare come fosse la vita molti anni fa, ma perché limitarsi ad immaginare e quando puoi diventare anche tu un bellissimo principe o una bellissima principessa?

Selfie con la corona della Torre Normanna
Selfie con la corona della Torre Normanna

 

E tu… hai già visitato Tricarico? Sei pronto a condividere con noi il tuo selfie davanti alla Torre Normanna?

Scrivicelo con un commento 😄

 

Per info e visite guidate a Tricarico

📞 348/9725968 (anche su WhatsApp cliccando qui)

 

 

Commenti

Lascia un commento