Tricarico si presenta come una delle più suggestive cittadine della provincia di Matera, nel cuore della Basilicata. Conosciuta dai più come città arabo-normanna, è un luogo straordinario, da “sfogliare” come un libro nel quale storia e leggenda si fondono. Protagonista di una storia millenaria, intrecciata, da un lato, con la diocesi di cui è sede sin dal sec. X e dall’altro, con la cultura delle genti che l’hanno popolata.
Le prime notizie di una Tricarico “urbana” si hanno nel periodo longobardo, poi sono susseguite tutte le dominazioni, da quella bizantina a quella normanna, passando per il periodo saraceno. Il momento di maggiore splendore è però il ‘600, periodo in cui l’abitato raggiunge circa i 10000 ab.
Tricarico è, ad oggi, una delle cittadine lucane che più conserva il suo patrimonio storico. Le comunità che nei millenni l’hanno abitata, hanno infatti lasciato evidenti testimonianze della loro presenza, monumenti incantevoli che sono ancora oggi visibili, che danno realmente il senso del susseguirsi delle varie popolazioni nel territorio e che rendono il centro storico uno dei più affascinanti della Regione.
Tra gli altri citiamo:
– la Torre Normanna, di forma cilindrica e alta ben 27 m, costruita nel sec. XI dai normanni e successivamente rimaneggiata. Ceduta nel sec. XVII alle monache del convento di clausura fondato nei locali del castello da Tommaso Sanseverino e Sveva de Bethan. È costituita da tre sale sovrapposte e da una panoramica terrazza che permette di dominare le vallate del Bradano e del Basento fino al mare. Visitabili i locali del castello e il chiostro del convento, ristrutturati e adibiti a Museo della fotografia.
La Chiesa di S.Chiara, chiesa del monastero di clausura, è un vero e proprio scrigno di opere d’arte di cui la più preziosa è proprio la Cappella del Crocifisso dove è custodito il primo dei cicli pittorici che arricchiscono il patrimonio artistico di Tricarico. Opera del pittore Pietro Antonio Ferro nel 1612 su committenza delle stesse suore, sono raffigurate scene della vita di Gesù, episodi tratti dal Vangelo, figure di Santi, Martiri e al centro della volta La Trinità;
– il Palazzo Ducale, già castello del principe, con il suo doppio arco di ingresso sormontato dagli stemmi dei Revertera, Pignatelli e Sanseverino e la sua ripida rampa di accesso. I saloni al piano terra ospitano mostre temporanee. Al primo piano invece, il Museo Archeologico con reperti del III IV e V sec. a.C. provenienti dai siti archeologici di Civita, Serra del Cedro, Garaguso, Oliveto, Monte Croccia, ecc.;
-la Cattedrale, chiesa di Santa Maria Assunta, in originario stile romanico oggi si presenta come il risultato delle ristrutturazioni settecentesche volute dal vescovo Del Plato, scrigno di opere d’arte, stucchi di fattura napoletana, tele del Ferro e di Cesare Scerra del sec. XVII, interessanti dipinti su tavola del XVI secolo. La sacrestia conserva il prezioso pannello ligneo raffigurante la città di Tricarico, del 1652.

Visita guidata a Tricarico - Torre Normanna con guida turistica

Visita guidata a Tricarico (MT) – Città Arabo-Normanna

Esplora le due facce della città arabo-normanna in uno dei centri storici meglio conservati della Basilicata
5.00 / 1 recensione
a persona
2.15 ore circa
Facile